Picbear logo Browse Instagram content with Picbear

@ilmegliodelledonne_

Il meglio delle donne

ilmegliodelledonne_

La donna dev'essere gustata con delicatezza e passione, e rispettata fino in fondo ♥️ VISITATE IL BLOG 👇🏻👇🏻👇🏻

  • 3K Total Likes
  • 179 Tot. Comments
Figlia di Antonio Molina cantante e attore , Angela nasce a Madrid il 5 ottobre 1955. Qui studia danza classica, diplomandosi come professoressa di balletto classico; lavorando anche per un breve periodo nel circo. Arriva a svolgere la professione di attrice per caso, dopo che venne chiamata per un servizio fotografico tanto da diventare poi un’attrice così affermata a livello internazionale. Infatti Angela è un’attrice conosciuta non solo a Madrid ma anche qui in Italia e in Francia, con il film “Grazie a quel famoso oggetto del desiderio”. Nel 1986 la Molina grazie alla sua interpretazione nel film “Un complicato intrigo di donne, veicoli e delitti” vince sia il David di Donatello per la migliore attrice protagonista e sia il Nastro d’Argento alla migliore attrice straniera. Angela ha anche l’occasione di recitare nel film di “Fantaghirò” nel ruolo di Strega e cavaliere bianco, film che ottiene un grande successo. È anche un’attrice teatrale Angela, infatti ha preso parte sui palcoscenici spagnoli per interpretare il ruolo di Mrs Robinson tratto dal fil “Il laureato. Il volto della Molina però è molto conosciuto da noi, per aver partecipato in serie come “L’onore e il rispetto- Parte seconda”, “Caterina e le sue figlie tre” con la compianta Virna Lisi, in “Sangue Caldo” e “Viso d’angelo” tutte serie molto seguite e di successo da noi in Itali. Angela è anche mamma di ben 5 figli, i primi 3 sono stati concepiti con l’ex marito Hervé Timarche fotografo e regista francese, mentre gli altri 2 con l’impresario Leo Blakstad. Ringrazio @emyturchese per avermi consigliato Angela Molina, un’attrice che trasmette molte emozioni quando recita.
Tutti la conosciamo come la “Regina di Palermo”, la mafiosa Rosy Abate che gestisce gli affari di Palermo con il suo carattere duro e combattente, una vera e propria leonessa che cerca di difendere ciò che le è più caro come il figlio Leonardo. Nella realtà però Giulia Michelini l’attrice che interpreta questo ruolo è totalmente diversa dal ruolo che l’ha resa popolare ed amata da tutti; la sua timidezza è nascosta dietro quel sorriso umile e a guardarla non sembra affatto colei che interpreta la mafiosa della serie. Giulia nasce a Roma il 2 giugno 1985 e prima di intraprendere il mondo della recitazione ha frequentato il liceo classico ed era una delle componenti della squadra agonistica di ginnastica artistica. Intraprende la carriera di attrice nel 2002 nella serie “Distretto di polizia” nel ruolo della sorella del commissario interpretato dall’attrice Claudia Pandolfi. Da lì seguono le altre apparizioni al cinema nel film “Ricordati di me” di Gabriele Muccino, poi in “RIS delitti imperfetti” e nella miniserie “Paolo Borsellino” nel ruolo della figli del magistrato che ha perso la vita a causa della mafia fino al ruolo di Rosy Abate. La Michelini è una giovane donna molto professionale, la sua semplicità la rende unica e apprezzata dal pubblico che non perde nessuna puntata della serie trasmessa da Mediaset. Il suo lavoro l’ha rende una donna appagata, ama interpretare ruoli che nella realtà sono distanti da lei, per mettersi continuamente in gioco tanto da essere scelta dal grande Ferzan Özpetek con “Allacciate le cinture” e dal grande Michele Placido nel film “Il grande sogno”. Giulia nella realtà è mamma di Cosimo avuto quando lei era poco più che una ragazza, a 19 anni ha scoperto di essere incinta del velista Giorgio Cerasuolo decidendo di tenere il figlio rivelando di avergli salvato la vita. È una delle mie attrici preferite e le auguro il meglio sia come attrice che come donna in generale.
È stata appena pubblicata la storia consigliatami da @emyturchese che ringrazio sul Massacro di Circeo. Leggetela tutti e commentate in tanti, per chi non si fosse ancora registrato non esitate a farlo 😘
Selvaggia Lucarelli nasce a Civitavecchia il 30 luglio 1974 conosciuta da tutti per la caratteristica di “non avere peli sulla lingua”, e per la sua sincerità nel dare opinioni durante le ospitante in tv come opinionista, conduttrice televisiva, conduttrice radiofonica e blogger italiana. Selvaggia inizia a calcare l’onda della popolarità debuttando come attrice teatrale con “Porci e bugiardi” di Antonio Giuliani fino a collaborare con il comico Max Giusti per la serie “Come un pesce fuor d’acqua” e “30 anni e il grande sfracello”. Nel 2002 Selvaggia decide di cimentarsi come blogger, aprendo un blog tutto suo chiamato “Stanza Selvaggia” tanto da collaborare con alcune testate come “Il tempo” e “Libero”. Chi conosce la Lucarelli, sa che è una donna estremamente intelligente che esprime la sua opinione in ogni circostanza senza aver timore di non piacere o non avere l’appoggio del pubblico. Questa sua dialettica la porta ad essere anche una conduttrice radiofonica su radio m2o con “La fine del mondo”. La Lucarelli è mamma di Leon avuto con l’ex marito Laerte Pappalardo figlio del cantante Adriano Pappalardo. I due però si sono separati e Selvaggia ha intrapreso una relazione con un ragazzo più giovane di lei con cui non nota alcuna differenza di età. Che dire la Lucarelli è una donna oltre che intelligente anche bella, solare e simpatica ha tutte le caratteristiche di una vera e propria donna. #selvaggialucarelli #opinionista #blogger #stanzaselvaggia #mamma #leonardodicaprio #pappalardo
Iman Mohamed Abdulmajid nasce in Somalia il 25 luglio 1955 dall'ex ambasciatore dell'Arabia Saudita; ha tre fratelli e conosce perfettamente cinque lingue: inglese, italiano, arabo, francese e somalo ed è laureata in Scienze politiche all'università di Nairobi. Nel 1975 Iman decide di trasferirsi negli Stati Uniti perché richiesta dall'agenzia di moda del fotografo Peter Beard. Il suo primo lavoro avviene per la rivista "Vogue", lavorando in seguito per importanti marchi come Calvin Klein, H&M, Valentino, Versace, Daverl e Yves Saint Laurent che definisce Iman la donna dei suoi sogni. La sua bellezza è disarmante, la sua pelle scura e i suoi tratti somatici la rendono unica, e per questo la modella somala decise di creare una linea di comestica proprio per le donne che come lei sono di colore; occasionalmente ha anche intrapreso il ruolo di attrice apparendo nel film "Star trek VI- Rotta verso l'ignoto" e in "La mia africa". Iman è anche mamma di una splendida bambina avuta con il marito sposato nel 1977 Spencer Haywood con cui poi ha divorziato; successivamente incontra il celebre cantante e attore David Bowie con cui si sposa il 234 aprile 1992 a Losanna mentre il 6 giugno si sono sposati con la cerimonia religiosa da noi in Italia insieme hanno avuto una bambina e Iman ha adottato il figlio di David avuto dal suo primo matrimonio, insomma una bella famiglia allargata. Purtroppo il cantante muore il 10 gennaio 2016 a causa di un grave tumore al fegato lasciando un grande vuoto non solo per Iman e i figli ma anche per tutti i suoi fan. Iman ha continuato ad affrontare la vita con il sorriso proprio quello come in questa foto, crescendo da sola la figlia. La sua umanità è così enorme che è testimonial del programma "Keep a Child Alive" che fornisce cure per bambini malati di ADS nei paesi dove lei è cresciuta e in via di sviluppo. Grazie a @emyturchese per avermi consigliato una donna splendida come lei.
Figlia del capo del Partito Comunista della Birmania, Aung San Sui Kly fin da piccola vive una vita un po travagliata perché proprio suo padre venne ucciso da alcuni avversari politici lasciando la piccola Aung, la moglie e altri due figli. Con la morte del padre, la mamma di Aung fu una figura politica di maggior rilievo tanto che nel 1960 divenne ambasciatrice dell'India; questo permise a Aung di seguire la madre in ogni occasione e di studiare nelle scuole più prestigiose del paese laureandosi a Oxford in Filosofia, Scienze politiche e Economia. Continuò i suoi studi a New York e iniziò a lavorare per le Nazioni Unite incontrando colui che sposerà nel 1971 Michael Aris studioso tibetano con cui ebbe due figli. Restò accanto alla madre gravemente malata, e proprio in quegli anni le vennero dati gli arresti domiciliari con la concessione che se avesse voluto abbandonare il paese poteva tranquillamente farlo ma non poteva più ritornare, anche ai suoi familiari non era concesso farle visita nonostante vennero fatto molto interventi, neanche quando il marito si ammalò di cancro e da lì a due anni morì. Fu anche vittima di un massacro al popolo, ma lei venne salvata dal suo autista e da lì a poco si aggravò fisicamente richiedendo spesso ricoveri e visite ospedaliere. Nel 1990 Aung ottenne il premio Nobel per la pace e il ricavato dei soldi lo utilizzò per costruire un sistema sanitario e di istruzione a favore del suo paese. La situazione del suo arresto fu un argomento internazionale che si risolse quando Aung decise di lasciare il paese ed entrare in politica, divenendo un'icona di "non violenza" e "pace". È una donna che ha sempre pensato al suo paese, cercando di migliorare il mondo contro ogni forma di violenza grazie a @uomocamion8871 per avermi consigliato una donna così coraggiosa.
Nasce a Saumur il 19 agosto 1883 in uno ospizio di poveri in una famiglia umile, infatti il padre era un venditore ambulante che si spostava per i mercati della Francia settenteionale, Gabrielle Bonheur Chanel più comunemente conosciuta come Coco Chanel. Cresce con la nonna paterna dopo che la madre muore e il padre decide di trasferirsi li, ma poiché la nonna e il padre non poteva occuparsi di Coco e delle sorelline vengono affidate a delle suore dell'orfanotrofio di Aubazine. Una volta maggiorenne, Coco inizia a lavorare come commessa in un negozio di biancheria intraprendendo anche una breve carriera come cantante presso un caffè concerto. L'incontro con il suo amante con cui ebbe una relazione di sei anni Etienne de Balsan fu importante per la sua svolta, in quanto figlio di imprenditori tessili finanziò Coco; inizio nel 1909 a realizzare cappellini ricoperti di piume, o anche di paglia ornati con fiori di raso. La relazione con Balsan finì dopo che Coco si innamorò di Boy Capel un industriale impegnato nell'esportazione del carbone, quest'ultimo però mise Coco difronte ad una scelta lui o il lavoro e la giovane scelte il lavoro. Una volta aperto il negozio e è aumentato la clientela iniziò a vendere anche capi di abbigliamento tanto da diventare una stilista a livello internazionale. Divenne un modello da seguire, le sue creazioni piacevano a tutti e cercavano di imitarle anche l'acconciatura di capelli quando esibì per prima il capello corto; oltre ad essere stilista Coco mise sul mercato anche il profumo "Chanel N°5" ma anche alla realizzazione di gioielli e costumi. Coco Chanel morì il 10 gennaio 1971 all'età di 87 anni, seppur sono passati ben 46 anni il suo cognome e la sua immagine non sono dimenticate. I suoi vestiti, il suo profumo e i suoi gioielli sono apprezzati tutt'ora permettendo alla sua moda di non essere mai dimenticata.
Nata a Milano il 2 giugno 1926 Tina Bassi coniugata in Lagostena è stata un avvocato e un personaggio televisivo. Dopo essersi iscritta alla facoltà di Giurisprudenza all'università di Genova Tina si laurea e subito inizia a lavorare come assistente alla cattedra di diritto penale proprio nella stessa università. In seguito, Tina decise di specializzarsi diventando titolare della cattedra dell'università di Parma. È conosciuta per essere stata un avvocato che difendeva con determinazione e grinta i diritti delle donne nei tribunali italiani, in particolare per aver difeso i diritti di Donatella Colasanti da Angelo Izzo accusato di stupro; questo processo venne filmato e mandato in onda dalla Rai in quanto in quegli anni fece scalpore provocando un polverone non indifferente. La sua difesa fu così combattiva, descrivendo in maniera dettagliata le violenze subite dalla sua assistita rompendo un muro di silenzio che esisteva in quei periodi diventando ben presto una delle socie fondatrici del Telefono Rosa. Insieme al marito fondò nel 1950 uno studio legale a Genova per poi essere trasferito a Roma; il suo lavoro come avvocato ha portato la Lagostena a ricoprire anche il ruolo di giudice nel programma televisivo "Forum" dal 1998 al 2008. Tina è stata per anni a favore delle donne, difendendole in ogni situazione nei migliori dei modi, cercando di far ottenere anche pari diritti come quelli rivolti agli uomini. É stata una figura importante nell'ambito giuridico, ed infatti dopo essersi ammalata di tumore al seno si è spenta il 4 marzo 2008 nella sua casa romana lasciando un vuoto incolmabile sia per i familiari che per i suoi colleghi che per ricordarla le hanno dedicato una puntata speciale di "Forum" in suo onore intitolandola "Ciao Tina". Grazie a @emyturchese per avermi consigliato una donna che si è data tanto da fare per tutte noi donne difendendoci in ogni occasione possibile.
Carole Bouquet nasce in Francia il 18 agosto 1957 da genitori separati, infatti vivrà la sua infanzia con il padre e la sorella e dopo aver frequentato le scuole dell'obbligo decide di iscriversi all'università alla Sorbona ma non continuerà per dedicarsi alla recitazione. A vent'anni grazie al regista spagnolo Luis Buñuel appare nel film "Quell'oscuro oggetto del desiferio"; la sua bellezza è un biglietto da visita, è una marcia in più che le permette di lavorare principalmente in Francia negli anni ottanta e novanta come modella di Chanel un'opportunità lavorativa che le permette una popolarità non indifferente. Nel 1989 grazie alla sua interpretazione nel film "Troppo bella per te" vince il premio César come migliore attrice. Insieme all'attore Gerard Depardieu e allo scrittore Jean-Claude Carrière la Bouquet creerà un festival nella città di Nîmes chiamato "Un Réalisateur dans la Ville" in cui ogni anno vengono presentati 5 film di un regista che partecipa alla manifestazione con i suoi attori. Carole è stata sposta ed ora è vedova nel produttore francese Jean-Pierre Rassam da cui nasce il figlio Dimitri; come accade nella vita l'attrice e modella francese si è ricostruita una vita con il fotografo e regista Francis Giacobetti da cui ha avuto il suo secondo figlio Louis relazione più presto termina. Nel 2014 però Carole ha ufficializzato al festival di Cannes la sua relazione con Philippe Sereys de Rothschild. All'età di 60 anni la bella francese afferma di amare la vita, e di avere ancora la vitalità necessaria per affrontarla al meglio. Non ci resta che prendere esempio da lei, apprezzando ogni giorno la vita con le sue gioie e i suoi dolori e grazie a @racheletalora per avermela consigliata.
Ecco la storia appena pubblicata sul blog, un'argomento che in questi ultimi giorni sta facendo il giro dei media. Vi aspetto in tanti a commentare insieme sul blog. Ecco il link https://ilmegliodelledonne.it/post.php?post=31.
Era diventata una persona di famiglia, ogni giorno entrava nelle case di tutti gli italiani facendo innamorare gli uomini per la sua bellezza e le donne per la sua determinazione ma allo stesso tempo per la sua fragilità nascosta. Da tutti conosciuta come Pepa del "Il segreto", è l'attrice e anche modella spagnola Megan Montaner nata il 21 agosto 1987. Inizia come make-io artist lavorando nelle televisioni locale, ma ha da sempre la passione per la recitazione: Megan vuole diventare una brava attrice. Con i risparmi del lavoro si trasferisce a Madrid, dove grazie alla sua bellezza inizia a lavorare come modella e al contempo stesso prendere lezioni di recitazione nella scuola diretta da Cristina Rota. Inizia dopo poco ad apparire in alcune serie come "Tiempo de descuento" e "La pecera de Eva" fino ad arrivare a prendere il ruolo di protagonista in Spagna proprio nel "Il segreto" che ottenendo un grande successo decidono di trasmetterla anche da noi in Italia. Il suo ruolo colpisce tutti, la sua grinta le permettono di diventare una delle protagoniste più amate della soap e anche dopo il suo abbandono nessuno riesce a dimenticarla. Sempre in Italia è protagonista di un altra fiction importante "Senza identità", che ottenendo successo decidono di girare la seconda stagione e probabilmente anche la terza; in questa fiction Megan ha sempre un ruolo da protagonista, una donna che vive in una famiglia importante della Spagna ma che scoprirà di non essere a tutti gli effetti la figlia e di non avere nessun grado di parentela. Da allora inizia il suo sospetto, fa delle indagini e scopre tutta la verità: è stata fatta credere morta alla madre naturale ed è una bambina venduta per lo scambio di orfani. La sua interpretazione commuove il pubblico, facendola ancora una volta ammirare per la sua bravura nell'interpretare personaggi così complicati. Megan ottiene una popolarità non solo in Spagna ma anche in Italia permettendole di recitare anche al fianco di un
In queste ultime ore si è parlato di lei per una grave emorragia di cui è stata vittima dovendo così posticipare tutto il suo tour europeo. Lei è la cantautrice, ballerina, attrice, modella e produttrice discografica Shakira. Nasce Barranquilla, una città della Columbia settentrionale il 2 febbraio 1977 da padre gioielliere statunitense e da madre colombiana di origini catalane, spagnole e italiane. Da piccola, Shakira ha dimostrato subito di interessarsi alla danza e ai canti caraibici; ha composto la sua prima canzone all'età di 8 anni dedicata a suo padre proprio quest'ultimo ha sempre creduto la figlia, da subito il suo primo fan incitandola a partecipare al mondo dello spettacolo facendola apparire sia in trasmissioni televisive che radiofoniche. Ha partecipato al concorso per i giovani vincendolo per tre anni consecutivi; tutte le canzoni scritte e cantate erano autobiografiche e tra la più importante c'è quella dedicata al fratello morto durante un incidente stradale. Dopo essersi trasferita nella capitale della Colombia Shakira incide i suoi due primi album "Magia" e "Peligro"; dopo aver avuto diverse esperienze ottiene un successo mondiale con l'album "Laundry Service". La sua bravura, non solo nel canto ma anche nella danza ha fatto si che Shakira ha vinto due volte il Grammy Award e dieci volte il Latin Grammy Award. In tutti i videoclip la cantante si esibisce anche con coreografie molto sensuali e intensi come nelle canzoni "Loca", il successone di "Waka waka" cantante nei mondiali del 2010 "Me Enamorè" ecc. Oltre ad essere un'artista internazionale, Shakira è sposata con il calciatore del Barcellona con cui fa coppia fissa da anni nonostante la cantante fosse più grande di lui di 10 anni; insieme hanno avuto due figli che sono il grande amore della cantante. Spero si rimetta presto, perché i suoi fans non vedono l'ora di emozionarsi con le sue esibizioni.
Paola Ruffo di Calabria nasce a Forte dei Marmi, in Toscana dall'asso italiano dell'aviazione della prima guerra mondiale Fulco il principe Ruffo di Calabria e da Luisa Gazelli dei conti di Rossana e di San Sebastiano. Data la buona educazione ricevuta dalla famiglia, e preparazione intellettuale Paola conosce perfettamente l'italiano, il francese e l'inglese studiando anche l'olandese lingua madre di circa il 60% dei suoi sudditi. Ha studiato un istituto di suore fino alla maturità classica e dopo essersi diplomata, decise di aprire un atelier di alta moda in piazza di Spagna e durante uno dei compleanni di una principessa Paola si fidanzò ufficialmente con il principe di Liegi, Alberto del Belgio con cui il 2 luglio 1959 convolò a nozze a Bruxelles abitando successivamente nel castello di Belvedere. Dal loro matrimonio ebbero tre figli, dopo ebbero una crisi che superarono alla fine degli anni Settanta. Paola Ruffo di Calabria è sempre stata considerata la principessa più bella dell'Europa, differenziandosi anche per la sua eleganza e raffinatezza. All'età di 56 anni divenne la regina dei Belgi, e prima sovrana ad avere origini belghe grazie alla nonna paterna, e prima sovrana a disporre di un proprio ufficio presso il Palazzo reale di Bruxelles. Data la sua importanza, il 23 maggio 1997 le poste italiane le hanno dedicato un francobollo di 750 lire che la raffigura con lo sfondo di Castel Sant'Angelo. Dopo 20 anni di regno, il 21 luglio 2013 Paola cede il titolo di regina consorte a Mathilde d'Udekem d'acoz. Grazie a @uomocamion8871 per avermi consigliato una donna così importante e di rango come Paola Ruffo di Calabria.
Attrice, politica, sindacalista e filantropia argentina Eva Peron nasce il 7 maggio 1919 in un umile famiglia nel villaggio di Los Todos nata come figlia illegittima di un piccolo proprietario terriero e della sua cuoca amante tanto che dopo qualche anno il padre decise di abbandonare Eva la madre e i fratelli per ritornare dalla moglie e dai suoi figli legittimi; l'abbandono del padre causò vari problemi economici e per questo la madre decise di trasferirsi e lavorare come sarta mentre la sorella maggiore in un ufficio postale del villaggio in cui abitavano. Questa esperienza, rafforzò molto il carattere di Eva perché dovette subire le discriminazioni dei suoi compagni di classe in quanto figlia illegittima, ma Eva se da un lato era solidale e fiera della sua famiglia dall'altra aveva vergogna di farne parte, tanto da renderla allegra e capricciosa quanto introversa. Nel 1926, purtroppo il padre di Eva mori in un incidente stradale tanto da aggravare ulteriormente la loro condizione economica, così quando la sorella maggiore fu trasferita per un lavoro l'intera famiglia decise di seguirla lasciandosi alle spalle numerosi debiti. Qui la situazione migliorò, tanto da portare Eva ad essere la migliore della classe in recitazione e far affiorate la sua vocazione artistica; la sua prima esperienza teatrale le fu affidata dal regista De Vedea nel ruolo di cameriera e nel 1936 venne assunta dalla Compagnia Argentina di commedie comiche con il quale intraprese le tourné fino ad arrivare a recitare come attrice secondaria in un film e poi in una soap opera di successo. Eva era una donna molto intraprendente, così decide di cimentarsi anche nell'attività radiofonica e questo le permise di potersi permettere di comprare un appartamento a Buonos Aires in un quartiere molto elegante. A causa di un terremoto la città fu distrutta con milioni di morto, e il sottosegretario Juan Domingo Peròn decise di organizzare un festival per poter raccogliere i fondi per
È conosciuta da tutti come la "Lady di Ferro" Margaret Hilda Tatcher politica brittanica nata il 13 ottobre 1925 da una famiglia con solidi principi religiosi di fede protestante medotista. Dopo aver conseguito il diploma, decide di iscriversi all'università di Oxford laureandosi successivamente in Chimica facendo notare già da allora il suo spiccato interesse verso la politica diventando presidente di un'associazione studentesca conservatrice; dopo la laurea ottenne un lavoro presso un'industria di ingegneria per materiali plastici e proprio per la sua passione verso la politica decide di iscriversi e laurearsi in giurisprudenza. Dal suo paese, Margaret decide di trasferirsi a Dartford dove iniziò a lavorare in un'industria conserviera del Regno Unito; proprio qui si candidò nel partito laburista dove incontrò colui che divenne in seguito suo marito Denis Thatcher da cui ebbe due gemelli. Nell'ambito politico la Tatcher fu una delle poche a votare a favore della depenalizzazione dell'omosessualità maschile e dell'aborto, votando anche per far rimanere la pena di morte. Nel 1970, dopo la vittoria dei conservatorio Margaret divenne Ministro dell'Istruzione fino ad arrivare 5 anni dopo a diventare il leader del partito conservatore la prima donna a ricoprire tale carica. Il suo soprannome è dovuto al fatto che in quanto donna, la Thatcher riusciva a dare del filo da torcere, una vera e propria combattente senza paura di doversi esporre. Questo suo carattere duro e forte fu dovuto anche al fatto che, Margaret dovette intervenire nel 1982 nella ricerca per ritrovare uno dei due figli smarritosi nel Deserto del Sahara durante il rally Parigi-Dark. Dopo essere ritrovato, Mark diede molti problemi come figlio di una politica così importante, infatti venne arrestato per il suo coinvolgimento in un tentato colpo di Stato in Gueina Equatoriale. Con una carriera politica brillante alle spalle, Margaret Thatcher muore all'età di 87 anni a causa di un ictus l'8
Post appena pubblicato sul blog. Cliccate sul link in Bio e scorrete fino a Post Recenti per leggere la storia. Link Storia: https://ilmegliodelledonne.it/post.php?post=30 Vi aspetto per commentare insieme ❤️
Lei è l'orgoglio italiano della danza, il suo nome è famoso a livello internazionale e la sua bravura la rendono unica, stiamo parlando di Carla Fracci nata a Milano il 20 agosto 1936 da una famiglia utilissima, il padre era un tranviere ma vuole per la figlia il meglio. Decide così di farla studiare alla Scala di Milano diplomandosi nel 1954 e quattro anni dopo diventa prima ballerina. Inizia la sua carriera come ballerina tanto da avere l'opportunità di lavorare con alcune compagnie straniere come il London Festival Ballet, il Royal Swedish Ballat ecc; la sua notorietà è anche nota per aver interpretato ruolo drammatici e romantici come Giulietta, Francesca da Rimini, Swanilda ecc danzando con grandi ballerini del calibro di Roberto Bolle, Giuseppe Picone, Alexander Godunov, Vladimir Vasiliev. I suoi balli sono caraterizzanti da una sua eleganza, raffinatezza e delicatezza innata, arrivando a dei livelli non indifferenti. Eugenio Montale le ha dedicato una poesia in suo onore, "La danzatrice stanca" inserita nel diario del 71/72 uscito il nel 1973. Carla Fracci è da anni sposata con il regista Beppe Menegatti di cui si occupa di tutte le creazioni da lei interpretata. Dopo anni di danza, la Fracci ha deciso di togliersi di scena dal palco come ballerina, ma negli anni ottanta ha diretto il corpo di ballo del Teatro di San Carlo di Napoli, poi successivamente il corpo di ballo dell'Arena di Verona, dal 1994 è una dei membri dell'Accademia di Belle arti di Brera e dal 2000 al 2010 ha diretto il corpo di ballo del Teatro dell'Opera di Roma. Oltre ad essere una grande ballerina e direttrice dei corpi di ballo di varie scuole la Fracci è anche un'attività nei confronti dell'ambiente, è infatti presidente dell'associazione ambientalista tanto da essere nominata ambasciatrice di buona volontà della FAO. Per omaggiare la sua importanza, nel 2013 Arnoldo Mondadori  Editore pubblica la sua autobiografia dal titolo "Passo dopo passo". Carla oltre ad essere una
Lina Merlin è una politica, insegnante e partigiana italiana nata a Pozzonovo il 15 ottobre 1887 da padre segretario comunale di Pozzonovo e da madre insegnante. Dopo aver conseguito la maturità magistrale si trasferisce in Francia per apprendere la lingua e la letteratura francese materia in cui conseguirà successivamente la laurea. Subito inizia ad insegnare e a capire in che condizioni vivenao le donne del suo tempo: costrette a subire i tradimenti dei mariti con delle prostitute; esistevano infatti le cosiddette "case chiuse" dove i giovani potevano andare per svagarsi ed avere nuove esperienze, mentre alla donna non era possibile avere rapporti intimi al di fuori del matrimonio. Proprio per questo suo spirito di ribellione nel 1919 un suo amico decide di invitarla a partecipare al movimento fascista in quanto ideale per poter organizzare le donne. Il suo orientamento politico però, si avvicina al socialismo così decide di collaborare e diventare amica di Giacomo Mateotti per denunciare le violenze che le squadre fasciste effettuavano nel padovano. Purtroppo Matteotti venne assassinato e Lina venne arrestata per ben 5 volte e licenziata dal suo posto di lavoro per essersi rifiutata di giurare fedeltà al giuramento degli impiegati pubblici tanto da fuggire e trasferirsi a Milano dove nessuno la conoscesse, qui incontra il socialista Rovigo Dante Galliani che colpito dalla sua eloquenza si innamora di lei è decide di sposarla. Purtroppo il marito muore e Lina a soli 49 anni rimane vedova, decide di diventare partigiana rischiando molte volte la vita fino a voler entrare nel mondo politico per lottare contro la legalità della prostituzione in Italia, ideando la "legge Merlin" del 1958. Viene eletta al Senato della Repubblica il 18 aprile 1948 dedicandosi al miglioramento delle condizioni delle donne e allo sviluppo dell'area del Polesine una delle regioni che rimase colpita nell'alluvione del 1951. A 77 anni decide di ritirarsi dalle scene politiche
La sua voce ha fatto innamorare tutto il mondo, lei è la cantautrice francese Edith Piaf nata a Parigi il 19  dicembre 1915 da padre contursionista e da madre di origini italiane cantante di strada. Secondo voci si dice che Edith sia nata in strada, e la madre sia stata aiutata da un poliziotto e il suo nome lo deve ad un'infermiera che era stata fucilata per aver aiutato dei soldati francesi a scappare dalla prigionia tedesca durante la prima guerra mondiale. Il lavoro di entrambi i genitori non permetteva di crescere la figlia, così la piccola Edith fu accudita e cresciuta dalla nonna materna ma quest'ultima non le importava delle condizioni della piccola per questo dopo poco venne affidata alla nonna paterna; Edith fu colpita da una grave malattia agli occhi e dopo che la nonna fece un voto ad un Santo la bambina si riprese per questo da allor a fu devota a questo Santo. A 20 anni venne scoperta dall'impresario Louis Leplée ma quest'ultimo venne assassinato da persone vicine alla giovane; dopo di che decide di continuare la carriera fino ad arrivare al successo con il mito dell''usignolo. Nel 1945 scrive le parole della ceriberrima "La vie en rose" che diventa l'inno di una Francia schiacciata dalla guerra. La Piaf lungo la sua carriera ha deliziato il suo pubblico con molte canzoni come "La Foule", "Non, je ne regrette rien" ma anche con la sua raffinatezza nel vestire e nel modo di porsi. È una donna che ha bisogno d'amore e di amare, e attraverso le sua canzoni cerca di far percepire questa cosa; nella sua vita ha avuto diversi uomini amandoli tutti in maniera diversa, spostandosi più di una volta. Proprio con il suo ultimo marito la Piaf si sente male e durante un trasporto in autobulanza muore a causa di un aneurisma causato da una cirrosi epatica il 10 ottobre 1963. Grazie a @marghe_difino per avermi consigliato una donna come Edith Piaf.
Conosciuta da tutti come la coniuge di Giovanni Falcone, Francesca Laura Morvillo nasce a Palermo il 14 dicembre 1945 e dopo aver conseguito il diploma decide di iscriversi alla facoltà di Giurisprudenza all’Università di Palermo e si laurea il 26 giugno 1967 la bravura e la qualità del risultato ottenuto alla laurea le fa meritare il Premio Giuseppe Maggiore per la migliore tesi nelle discipline penalistiche. La sua “vocazione” è dovuta al fatto che, Francesca è figlia del sostituto procuratore di Palermo e sorella di un magistrato; dopo la laurea riesce a ricoprire le funzioni di giudice del tribunale di Agrigento, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei minori, consigliere della corte d’appello e componente della commissione per il concorso di accesso in magistratura. Francesca fu anche docente presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia; come è stato accennato prima, Francesca è conosciuta per essere stata la moglie del grande Giovanni Falconi e i due dopo essersi entrambi separati dai rispettivi coniugi decidono di sposarsi nel 1986 con una cerimonia civile. Il fratello di Francesca in seguito, insieme a Falcone iniziarono a collaborare lavorativamente parlando fino a quando il pomeriggio del 24 maggio 1992 Falcone insieme alla moglie Francesca e ad altri tre uomini vengono fatti esplodere da una bomba di tritolo in seguito al fatto che Falcone era un grande giudice nell’antimafia; il marito morì subito sul colpo, mentre Francesca ancora viva dopo l’esplosione viene portata d’urgenza in ospedale ma dopo numerosi tentativi muore a causa delle gravi lesioni riportate alle ore 23:00 dello stesso giorno. È da ricordare che la Morvillo è stata la prima ed unica donna magistrato ad essere stata assassinata in Italia. E io grazie al consiglio di @eleuli abbiamo deciso di ricordarvela, una donna che insieme a suo marito hanno dato la vita per farci vivere in un mondo migliore.
Rosa Elena García Echave conosciuta come Rossy De Palma è una delle attrici e modelle spagnole più conosciute nel suo ambiente, nata a Palma de Maiorca il 16 settembre 1964. Il suo soprannome viene scelto quando, dopo essersi trasferita a Madrid, insieme ad altre ragazze fonda un gruppo musicale chiamato “Peor impossible”. Rossy ha dei pienamente un po’ atipici ed irregolari che però faranno di lei una gran caratteristica di riconoscimento; infatti viene indicata come “dama di Picasso” tanto da incantare Pedro Almadóvar che decide di volerla nel suo film “La legge del desiderio”. Questo incontro con il più grande regista di Spagna, permette a Rossy di interpretare altre parti in altri suoi film come: “Il fiore del mio segreto” e “Donne sull’orlo di una crisi di nervi” ecc; ma oltre a recitare nel suo paese esordisce anche in Italia con “Peggio di così si muore” diretto da Jerry Calà e in “Tu la conosci Claudia?” di Aldo, Giovanni e Giacomo, ma anche in Francia nel film “Prêt-à-Porter” dove ci sono grandi come Marcello Mastroianni, Rupert Everett ecc. ma oltre ad attrice, la De Palma ricopre anche il ruolo di modella di stilisti come Louis Vuitton e Jean-Paul Gaultier. Nel 2007 ha deciso di realizzare una linea di profumi tutta sua, e occasionalmente è anche pittrice, scrittrice, scultrice, regista di spot pubblicitari e video di promozione. Come si è capito, Rossy è un’artista completa a 360 gradi, è una tutto fare e riesce a svolgere ogni ruolo diverso con ottimi risultati. Lei è la dimostrazione che l’aspetto esteriore conta fino ad un certo punto, perché nonostante il suo aspetto non rispecchi i canoni di bellezza è una modella di grandi marchi e un’attrice internazionale. Grazie a @eleuli per avermi consigliato una donna come lei.

Loading